5.8.17

ITALIA: DEMOCRAZIA SOSPESA!





di Gianni Lannes

Il popolo sovrano è stato tradito, la Costituzione repubblicana calpestata e un potentato straniero seguita a spadroneggiare impunemente nel nostro Paese. Nel gennaio 2014 la Corte Costituzionale con il pronunciamento numero 1 ha dichiarato incostituzionale la legge elettorale 270/2005, e coì la Cassazione alcuni mesi dopo.

«Dal giorno dopo la pubblicazione della sentenza, questo Parlamento è esautorato perché eletto in base a una legge dichiarata incostituzionale. Quindi non potrà più fare niente, e questo è drammatico» parola di Piero Alberto Capostosti, presidente emerito della Consulta.


La sospensiva che era a tutela delle azioni dello Stato non ha avuto esecuzione. Il Parlamento non è stato sciolto e ben due inquilini del Quirinale, Napolitano e Mattarella (ex giudice della Corte Costituzionale) sono stati nominati da onorevoli illegittimi. E chi ha nominato i giudici della Corte Costituzionale? A rigor di logica e in punta di diritto, anche la Consulta è sospesa, poiché nominata da abusivi.




Addirittura, invece di fare la legge elettorale democratica o una di varare una normativa sulla tortura, hanno sfornato una norma autoritaria che impone vaccinazioni multiple ai minori.

A proposito perché l'Italia è stata trasformata da Washington con il beneplacito delle autorità italidiote, in violazione del Trattato di non proliferazione nucleare e della legge 24 aprile 1975, numero 1341, firmata e voluta da Aldo Moro, in un pericolosissimo arsenale atomico per la guerra?
 
Che fare? Indire dal basso una nuova Costituente su base espressamente popolare, conquistare indipendenza e sovranità, e dare vita ad una nuova Repubblica fondata sull’essere umano e sul rispetto della Natura.
  

riferimenti:


Nessun commento: